Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 27 Apr, 2014 in News, Partito, Provincia, Regione | 0 commenti

Aeroporto Costa d’Amalfi: la posizione del PD

Aeroporto Costa d’Amalfi: la posizione del PD

Lo spazio aereo del Salerno Costa d’Amalfi è occupato dall’ennesima balla, decollata dalla fantasia creativa dell’Assessore Vetrella. Un fantasmagorico protocollo annunciato dall’Assessore prevede l’impegno da parte del Ministero e della Regione ad individuare le risorse necessarie per l’adeguamento strutturale dell’aeroporto e per l’allungamento della pista, solo e soltanto se il processo di privatizzazione avrà buon esito.
Intanto per il 28 aprile è fissato il termine di scadenza dell’ennesimo bando di privatizzazione, dopo i numerosi e prevedibili flop dei Bandi precedenti. Poiché si chiede al soggetto privato di assumere a proprio carico investimenti per 25 milioni di euro nei prossimi cinque anni è lecito porsi due domande:
1) Quanti operatori seri ed affidabili ( non avventurieri ) accetteranno di assumere a proprio carico un tale investimento per un aeroporto senza concessione governativa.
tiva?
2) Ove si presentasse qualcuno che assume un tale impegno, quale sarebbe l’utile apporto di Regione e Ministero sui futuri investimenti ?
Sarebbe stato ben più logico che tali apporti ( prolungamento pista a 2000 metri e nuova stazione controllo ) precedessero e non seguissero la procedura di privatizzazione, per rendere ben più appetibile lo scalo ed incentivare una più ampia partecipazione alla gara di operatori davvero qualificati.
Invece di Protocolli delle chiacchiere il Ministero rilasci la concessione e la Regione metta le risorse. Così, fra qualche anno, oltre alle solite balle, dall’aeroporto inizierà a decollare anche qualche aereo.

Fulvio Bonavitacola
Deputato PD

aeroporto_salerno

Rispondi