Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 13 Mar, 2013 in PD Nazionale | 0 commenti

Bilancio Ue, Toia. "Politiche sbagliate, così allontaniamo i cittadini dall'Europa"

“Le conseguenze sociali dell’austerità stanno creando un gravissimo problema di legittimazione politica dell’Unione europea, col rischio di dare ossigeno a tutti i nazionalismi e ai populismi di cui sentiamo echeggiare voci preoccupanti. La gente volta le spalle a quell’Europa che non c’è, che non fa la sua parte e che non percepisce come un motore di crescita bensì come un freno e un peso. Lo ha affermato l’europarlamentare del Pd Patrizia Toia intervenendo in Aula a Strasburgo nel dibattito nel quale l’Aula ha dato mandato a Commissione e Consiglio in vista dello storico Consiglio Europeo del 14 – 15 marzo.

“Anche le elezioni italiane pongono un interrogativo e un monito all’Europa. Bisogna prendere atto che le politiche unilaterali finora condotte hanno fallito e ci si deve impegnare a cambiare rotta.” – ha proseguito Toia ” Che valore hanno le riduzioni degli squilibri di bilancio se provocano squilibri sociali e territoriali? Che valore ha la convergenza di bilancio se crea divergenze sociali e culturali?”

“Il Consiglio di marzo deve essere il Consiglio della svolta: ci sono provvedimenti possibili e fattibili, che vanno adottati, come la ‘golden rule’: come possiamo dire ai cittadini di credere in un’Europa così ‘tecnicamente stupida’ che non consente di usare soldi che ci sono per opere che servono e che i cittadini aspettano, come la ristrutturazione delle scuole, in nome di un astratto patto. Altrettanto fattibile é la possibilità di far slittare il debito attraverso il redemption fund che il Parlamento ha chiesto anche ieri. Chi é veramente europeista – ha concluso Toia – e chi crede nell’Europa chiede a gran voce di cambiarla per poterla salvare”. …read more

Rispondi