Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 22 Mar, 2014 in News, Partito | 0 commenti

Interrogazione parlamentare – Stazione Ferroviaria di Nocera Inferiore

Interrogazione parlamentare – Stazione Ferroviaria di Nocera Inferiore

  TINO IANNUZZI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell’interno. — Per sapere – premesso che:
nella proposta di riorganizzazione complessiva dei presidi di polizia ferroviaria, sarebbe prevista nei prossimi mesi la soppressione, nell’ambito del territorio della provincia di Salerno, dei presidi di polizia ferroviaria esistenti nelle stazioni di Agropoli e di Nocera Inferiore, che servono entrambe territori estesi e popolati e che hanno, quindi, un bacino di utenza molto consistente e significativo;
con riferimento specifico alla stazione di Nocera Inferiore, comune principale dell’agro sarnese-nocerino di un’area ad altissima densità abitativa, si sono diffuse notizie circa la volontà Trenitalia di procedere alla chiusura della biglietteria ferroviaria anche negli orari diurni, atteso che già da tempo la medesima è aperta al pubblico e, quindi, è funzionante solamente fino alle ore 19,00, nonostante l’elevato numero di utenti che si avvalgono quotidianamente dello scalo nocerino per spostamenti entro e fuori regione;
la paventata proposta di riorganizzazione dei presidi di polizia ferroviaria, vedrebbe operativo nella tratta ferroviaria, che attraversa la provincia di Salerno, un unico presidio di polizia ferroviaria ubicato nella stazione di Salerno, con conseguenti, inevitabili e gravi rischi per la sicurezza dei viaggiatori;
d’altronde, la sovradescritta e così penalizzante riorganizzazione dei presidi di polizia nelle stazioni ferroviarie, nell’ambito dei provvedimenti legati alla cosiddetta spending review, sarebbe ancora più contraddittoria e negativa in un momento in cui si stanno ripetendo e sviluppando confronti e contatti fra RFI ed il comune di Nocera Inferiore per inserire la stazione di Nocera Inferiore – proprio per la sua rilevanza strategica nel sistema ferroviario e per la dimensione del suo bacino di utenza – nel programma Pegasus, innanzitutto per l’ammodernamento delle stazioni ferroviarie –:
se risponda al vero la notizia che sarebbe prevista la soppressione dei presidi di polizia ferroviaria nelle stazioni di Nocera Inferiore e di Agropoli e che, altresì, sarebbe prevista la chiusura della biglietteria nella stazione di Nocera Inferiore anche negli orari diurni, provvedimenti entrambi che sarebbero gravi e pregiudizievoli per la sicurezza dei viaggiatori nel Cilento e nell’Agro Sarnese-Nocerino, nonché per la adeguata fruizione di una stazione come quella di Nocera Inferiore, destinataria di un bacino di utenza e di traffico quotidiano molto rilevante. (5-02421)

logo pdsa 2

Rispondi