Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 4 Set, 2014 in Enti locali | 0 commenti

Mobilità sostenibile: dal 16 settembre una settimana per renderla concreta

Mobilità sostenibile: dal 16 settembre una settimana per renderla concreta

Prende il via il prossimo 16 settembre la XII edizione della Settimana europea della Mobilità EMW 2014 ( http://www.mobilityweek.eu/join-us/ ): per una settimana molte città europee saranno impegnate nel promuovere e nel dimostrare l’opportunità di investire in mobilità nuova.

Sviluppando Piani della Mobilità Urbana Sostenibile e adottando i principi della mobilità sostenibile nella pianificazione urbana.
Quest’anno la scelta è quella di focalizzare l’attenzione sulla qualità della vita nelle aree urbane, dando particolare enfasi al ruolo dei cittadini e delle amministrazioni pubbliche: Our streets, our choice sarà l’indicazione da seguire per organizzare eventi, incontri, ma, soprattutto, dare concretezza agli impegni favorendo l’adozione di misure permanenti, in grado di rispondere all’esigenza di incidere in modo significativo sull’uso dei mezzi di trasporto e degli spazi urbani.
Le nostre strade, la nostra scelta” è lo slogan scelto quest’anno per la Settimana europea della Mobilità mira a favorire il miglioramento della qualità della vita in città, attraverso la riallocazione degli spazi urbani a la riappropriazione degli stessi da parte della cittadinanza.
Possono partecipare alla Settimana Europea della Mobilità tutti i Comuni, le Province e le Regioni: un’opportunità per promuovere politiche già attive, relative alla sensibilizzazione dei cittadini su tematiche quali la qualità dell’aria e la mobilità sostenibile, per avviare misure permanenti e politiche a lungo termine oltre a un maggior coinvolgimento della cittadinanza nelle scelte di pianificazione e gestione della mobilità. L’adesione alla Settimana è, inoltre, un’importante cassa di risonanza europea, che inserisce tutte le attività realizzate dagli enti aderenti in una rete, promossa attraverso il sito dell’iniziativa.
Partecipare alla Settimana, inoltre, dà la possibilità di concorrere all’assegnazione del premio previsto per la Settimana Europea della Mobilità, elemento che attribuisce valore all’impegno realizzato. Non è un caso se, nella edizione precedente, è risultata vincitrice Ljubljana, la capitale della Slovenia che, nel 2016, sarà Capitale Verde europea.
Il Ministero dell’Ambiente ( http://www.minambiente.it/pagina/settimana-europea-della-mobilita-sostenibile-2014 ) svolge, in Italia, il ruolo di Coordinatore nazionale della Settimana europea della mobilità. Con l’adesione alla settimana è richiesta la sottoscrizione della Carta della Settimana Europea della Mobilità e soddisfare le tre “regole d’oro”, ovvero organizzare una settimana di attività, attuare almeno una nuova misura permanente e organizzare preferibilmente per il 22 settembre, la giornata “In città senza la mia auto”. Il modulo di candidatura in inglese e, in particolare, la Carta Europea della Settimana della Mobilità, firmata dal sindaco o da altro funzionario eletto competente per materia, deve essere inviata al Ministero dell’Ambiente.
Circa 500 città hanno già aderito alla EMW 2014, tra queste numerose città italiane: una buona occasione per riflettere su come le nostre città hanno visto crescere i livelli di traffico e di inquinamento, con una riduzione consistente degli spazi per la ricreazione e il tempo libero. Ripartire dall’idea innovativa di come recuperare e rigenerare gli spazi urbani, spesso degradati e condizionati dal traffico e dalla congestione può rappresentare, realmente, l’opportunità per innestare progetti di riqualificazione e di valorizzazione delle città, incidendo in modo significativo sull’inquinamento atmosferico e sulla qualità complessiva delle aree urbane.
La EMW può essere l’opportunità non solo di creare un evento riferito alla sola settimana ma trasformarsi, realmente, in un approccio innovativo ai problemi delle città: un’occasione per dare forza a idee e progetti capaci di intervenire, in modo strutturale, su elementi in grado di generare nuova economia e competitività per le aree metropolitane.

Rispondi