Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 25 Lug, 2014 in Segretario | 0 commenti

Altro che patto per la salute con Caldoro e FI! Non si scende a patti con gli irresponsabili!

Altro che patto per la salute con Caldoro e FI! Non si scende a patti con gli irresponsabili!

“Squillante nemico degli scafatesi”, si legge da un improbabile lenzuolo.
È bene ricordare  a tutti che Squillante é stato messo lì, non perché ha vinto un concorso, ma da Caldoro, che é dello stesso Partito di quelli che mantengono  il lenzuolo.
Insieme, Caldoro e Squillante, continuano  a tenere chiuso il pronto soccorso di Scafati. Al posto dell’ospedale, h24, c’è un’ambulanza…
…..la protesta contro se stessi è una forma moderna di quella grande confusione che si fa quando non si parte dai fatti e non si procede con ordine.
Ma che fine hanno fatto il Polo del Respiro, l’alta Specialistica, il grande risultato alternativo all’Ospedale di Scafati? Non pervenuto! Rispondiamo noi : sono stati sostituiti dalla propaganda.
“È in campo Caldoro…” decreta il Mattino. Arrivano i nostri!
…..Come dei turisti in un macabro pride, sulla pelle della povera gente, quelli che dovrebbero rispondere del disastro, rovesciano il tavolo, con la compiacenza di qualche nostro apprendista stregone.
Colpo di scena! Ecco svelato l’arcano! Eboli.
Fasolino (Carneade, chi era costui?) , grazie al consigliere Cariello, “il difensore dei reparti ebolitani”, organizza il TAVOLO con Caldoro…siamo al dunque…
Abbiamo, finalmente, capito chi sono i mandanti e mandatari di un sit-in di un bel giovedì di luglio con tante belle fotine, buone ai molteplici usi, ma, soprattutto, a uno: la campagna elettorale di Caldoro e di Forza Italia! E cioè,  di quelli che hanno svenduto la Sanità pubblica, di quelli che hanno chiuso gli ospedali e i reparti, di quelli che non fanno salvare più la povera gente vicino casa e mandano a sbattere chissà dove i poveri cristi che si devono curare.
Vedrete, non cambierà niente! L’affondo alla sanità, come servizio pubblico essenziale, proseguirà ma, come dicono  i giornali di oggi, con una novità.
Si farà un tavolo! Un TAVOLO.
“Per fare un tavolo ci vuole un fiore”, non farfalle elettorali, inventate e acchiappate a Santa Lucia dalla Vispa Teresa Caldoro, che ha un solo e unico obiettivo. Quello di sempre, sempre lo stesso. Affondare la Sanità pubblica in provincia di Salerno e mortificare le nostre comunità, i nostri territori.

Rispondi