Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 26 Mar, 2013 in News, Partito, Provincia | 0 commenti

Provincia: interrogazione parlamentare

Provincia: interrogazione parlamentare

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA URGENTE IN COMMISSIONE
Al Ministro degli Interni – Per sapere – premesso che:

– Per rimuovere la condizione d’ineleggibilità dei rispettivi Presidenti, in vista della loro candidatura alla carica di parlamentari nelle recenti elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, i Consigli provinciali di Napoli e Salerno hanno nei mesi scorsi attivato una procedura finalizzata alla strumentale dichiarazione d’incompatibilità dei predetti Presidenti di Giunta provinciale;
– tale procedura è stata attivata contra legem allo scopo di evitare il doveroso scioglimento dei consigli provinciali e di consentire il subentro dei vicepresidenti nella carica di vertice dell’Ente;
– si è trattato di una condotta aberrante, in totale disprezzo della legge e causa di sicuro aggravamento del discredito fortemente diffuso nella pubblica opinione nei confronti dei ripetuti usi padronali di pubbliche funzioni, nonché possibile fonte di gravi danni erariali conseguenti all’usurpazione di pubbliche funzioni da soggetti privi di legittimo munus ad officium;
– in data odierna è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il DPR recante lo scioglimento del Consiglio provinciale d Napoli, su proposta del Ministro dell’Interno;
– la situzione giuridica e fattuale del Consiglio provinciale di Salerno è del tutto omologa a quella che ha portato allo scioglimento del Consiglio comunale di Napoli.
1) se il Ministro dell’Inerno ha intrapreso per il Consiglio provinciale di Salerno analoga iniziativa a quella intrapresa per il Consiglio provinciale di Napoli;
2) in caso negativo, quale ne siano e ragioni e quali azioni intende assumere per garantire il ripristino della legalità così spregiudicatamente violata in seno al Consiglio provinciale di Salerno;
3) se intende procedere allo scioglimento del predetto consiglio provinciale, pienamente sussistendo le cause di gravi e persistenti violazioni di legge, ai sensi dell’art. 141 del D.Lgs. 267/2000.

Roma, 26 marzo 2011

On. FULVIO BONAVITACOLA
On. TINO IANNUZZI
On. SIMONE VALIANTE
On. SABRINA CAPOZZOLO

Rispondi