Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto da il 14 Mar, 2013 in News, Partito, Resoconto, Segretario | 0 commenti

Resoconto Direzione Provinciale 13.03

Resoconto Direzione Provinciale 13.03

 

Nicola LandolfiNessuna autocritica particolare nelle parole del segretario provinciale ma, semmai, una strategia di attacco. Forte di una sostanziale condivisione della Direzione Provinciale su tutte le questioni poste a base dell’incontro, Nicola Landolfi lancia l’evento #OpenPD, l’attivo-assemblea degli iscritti della provincia di Salerno, primo caso nazionale di apertura del confronto dalla base.

Landolfi, che aveva dato anche la disponibilità (non raccolta da nessuno) ad un congresso straordinario immediato, con un tesseramento regolarmente concluso, ha ribadito:

  • Un sostegno non di facciata a Bersani ed un auspicio per un incarico pieno dal Presidente della Repubblica;
  • Un attacco ai gruppi dirigenti nazionali e regionali accusati di “cadornismo”, con un invito all’autocritica anche per avere reagito come dei muri di gomma alle critiche che arrivavano dal territorio;
  • Un esplicita richiesta di rinunciare al FINANZIAMENTO PUBBLICO, l’abolizione immediata delle Province, un’azione di lotta decisa, al sud, sui servizi pubblici e sociali (SCUOLA, SANITA’, TRASPORTI);
  • Un esplicita richiesta ai parlamentari nazionali e regionali ad occuparsi delle vicende degli esodati e della formulazione in tempi rapidi di proposte per lo sviluppo nelle PMI e per il lavoro autonomo;
  • Di considerare il Sindaco di Firenze Matteo Renzi come un’opportunità strategica per il paese a condizione che lui lo diventi anche per il PD senza attaccare ogni 10 minuti con un’”ansia da ansa”, che provoca sui territori atteggiamenti ai limiti della parodia;
  • Di non considerare serie le posizioni di quanti attaccano oggi in modo strumentale la segreteria provinciale, solo per dimostrare affiliazioni neo-correntizie, avendo questi in passato polemizzato con la segreteria del PD perché si “era permessa” di attaccare singoli esponenti del PDL (“chi si nasconde nelle istituzioni e avalla e ha avallato posizione di consociazione e di spartizione farebbe bene a tacere perché ha molte più responsabilità di noi”);
  • Ringraziamento alla segreteria provinciale che ha lavorato con dignità, libertà e generosità;

Leggi il live blogging della Direzione Provinciale

Rispondi